All’MF Palace il recupero della 18a giornata di serie A2 girone Rosso

La regular season del campionato di serie A2 della Givova Scafati terminerà domani (mercoledì 07 aprile), alle ore 18:00, sul parquet dell’MF Palace, sede delle gare interne della Top Secret Ferrara.

Si tratta, per l’esattezza, del recupero della quinta giornata di ritorno, all’epoca non disputato per i noti problemi legati ai tanti contagiati da covid-19 tra i tesserati del club romagnolo, negli ultimi tempi costretto a recuperare diverse gare posticipate. Già due settimane fa, entrambe le formazioni si sono affrontate, ma a campi invertiti: al PalaMangano, ad imporsi per 86-83 è stata la compagine dell’Agro, dopo una gara combattuta ed equilibrata, di grande energia e fisicità.

Non sarà semplice bissare il risultato anche sul rettangolo di gioco estense, perché la squadra di casa è determinata ad andare a punti e a recuperare terreno nella classifica del girone rosso, per occupare la migliore posizione possibile
al termine della stagione regolare. Per gli uomini di patron Longobardi, invece, la sfida avrà il sapore di un banco di prova importante, visto che sarà l’ultimo ufficiale prima dell’inizio della seconda fase del campionato, che prenderà il via solo dopo circa due settimane o poco più. E se è vero che la sfida non avrà alcuna rilevanza per la classifica dei gialloblù (già sicuri del terzo posto), questi ultimi hanno però gran voglia di riscattarsi dopo l’amara uscita di scena dalla Coppa Italia.

Inoltre, tra le fila scafatesi, mancherà ancora una volta il playmaker Marino, infortunatosi nuovamente all’alluce, i cui tempi di recupero sono ancora tutti da decifrare e per i quali si attendono nei prossimi giorni i responsi degli esami diagnostici e delle consulenze specialistiche. Rispetto alla recente gara disputata al PalaMangano, il navigato coach ferrarese Spiro Leka potrà contare sulla rosa quasi al completo, compreso l’ultimo arrivato Basso (centro), mentre mancherà ancora una volta l’infortunato Ebeling. Saranno quindi regolarmente a sua disposizione il centro statunitense Pacher (16,5 punti e 8,4 rimbalzi di media), migliore in campo nella gara di andata, ed il connazionale Hasbrouck (guardia da 13,3 punti e 3,5 assist di media).

Con loro, anche un gruppo di italiani esperti, che si conoscono a memoria, come la coppia di playmaker Panni (11,4 punti di media) – Vencato (3,8 assist di media) e la coppia di lunghi Fantoni (10,5 punti di media) – Baldassarre (9,5 punti di media): il primo ha militato nelle fila di Scafati nella stagione 2016/2017 (serie A2); il secondo è invece stato in gialloblù nelle stagioni 2013/2014 (Legadue), 2015/2016 (serie A2) e nella prima parte della stagione 2016/2017 (serie A2). Di grande spessore tecnico ed atletico sono infine i giovani Zampini (playmaker), Dellosto (ala forte) e Filoni (ala piccola).

Coach Alessandro Finelli:

Voltiamo pagina dopo la semifinale di Coppa Italia, che ci ha lasciato l’amaro in bocca per la maniera in cui è terminata, e ci immergiamo subito in un match tosto a Ferrara, contro un team che deve ancora conquistare punti preziosi per la classifica.

Abbiamo vinto solo all’ultimo minuto nella sfida disputata circa due settimane or sono al PalaMangano, per cui siamo consapevoli di affrontare una squadra preparata e completa in ogni ruolo, a partire dai lunghi Fantoni, Baldassarre e soprattutto Pacher, che ci ha creato parecchie difficoltà nella precedente sfida, per poi passare agli esterni Hasbrouck, Vencato e Panni, oltre a tanti giovani che garantiscono atletismo. Questa gara rappresenta la giusta occasione per rimetterci in carreggiata, da giocare con intensità, attenzione e fiducia.

Sarà l’unica partita ufficiale prima della prossima fase, per cui rappresenta anche una occasione importante per disputare una partita vera ed approcciarci al meglio alle sfide che poi ci attenderanno.

L’ala forte Nemanja Dincic:

Siamo tornati amareggiati dalla Coppa Italia, ma siamo allo stesso tempo desiderosi di riprendere il positivo cammino interrotto, a partire già dalla sfida contro Ferrara, una squadra super competitiva, piena di talento ed esperienza.

I nostri prossimi avversari hanno avuto recentemente un po’ di problemi a causa della COVID-19, però ora stanno bene, sono forti e noi dobbiamo preparare al meglio la partita, nonostante il poco tempo a disposizione. Nella gara di andata sono stato assente, ma posso affermare con certezza che il loro migliore giocatore è senza dubbio Pacher, poi la guardia Hasbrouck, che conosco molto bene per averci giocato insieme, ed il playmaker Vencato, bravo a trovare sempre uomini liberi ed a giocare in pick&roll.

Infine, non posso dimenticare di menzionare i due lunghi di esperienza Fantoni e Baldassarre, che completano una squadra competitiva e dura da affrontare. Per spuntarla, dovremo lavorare bene in difesa sui loro stranieri ed avere la consueta solidità necessaria per vincere in trasferta. Per noi, al di là della classifica, questa gara rappresenta una opportunità per provare nuove cose ed aggiustarne altre, in vista della prossima delicata fase stagionale.

Rispondi