Saragozza si aggiudica la battaglia del Pabellón Príncipe Felipe, Brindisi ko in Spagna: 96 – 93 d2ot. Coach Vitucci: ”Le piccole cose hanno fatto la differenza”

Gara esemplare, nonostante la sconfitta, da parte di Brindisi in Spagna con ben 6 uomini in doppia cifra guidati da uno strepitoso Tyler Stone da 27 punti, 19 rimbalzi e 5 assist

Saragozza, 04/12/2019 – Pabellón Príncipe Felipe  La Happy Casa Brindisi lotta per tutto l’arco della partita al Pabellón Príncipe Felipe de Zaragoza, ma deve cedere dopo due overtime la posta in palio ai padroni di casa del Casademont.

Un match vibrante e ben giocato dai ragazzi di coach Vitucci, determinati nel lottare contro i più attrezzati spagnoli nella settima giornata di Basketball Champions League.

Pur priva di capitan Banks, la Happy Casa fornisce una prestazione coraggiosa e gagliarda, a maggior ragione dopo la partenza ad handicap del primo quarto in cui finisce subito in doppia cifra di svantaggio.

Passo dopo passo, Brindisi raggiunge il pareggio e il primo vantaggio della partita con John Brown sul 41-42. La percentuale scadente ai tiri liberi, 21/36, non premia i biancoazzurri nel match punto a punto in cui anche i padroni di casa risultano parecchio imprecisi (27/43 ai liberi). Zanelli realizza il jumper del 71-71 a un secondo dalla fine dei tempi regolamentari. Al primo overtime Brindisi ha la possibilità di tirare per vincere ma Brown commette fallo in attacco sull’ultima azione (81-81). Dopo 50 minuti il Zaragoza si prende la vittoria con le unghie e con i denti nonostante le due triple nel finale di Stone a rimescolare ancora una volta le carte. Da registrare l’uscita di scena di Martin al 40’, seguiranno accertamenti medici sulle sue condizioni fisiche.

Top scorer del match Stone con 27 punti e 19 rimbalzi tirando con 8/18 dal campo per una valutazione pari a 38. Ottime le prestazioni del gruppo italiano formato da Zanelli, Iannuzzi, Campogrande, Gaspardo e Ikangi tutti protagonisti nelle rotazioni di coach Vitucci.

I biancoazzurri torneranno in campo domenica 8 dicembre alle ore 17:00 per il big match al PalaPentassuglia contro la Dinamo Sassari. Prossimo turno di Champions League, prima giornata del girone di ritorno, i lituani del Neptunas Klaipeda ospiti a Brindisi mercoledì 11 dicembre ore 20:30.

Cosi coach Frank Vitucci al termine della gara:

”E’ stata certamente una grande battaglia dove, alla fine, le piccole cose han fatto la differenza. Da parte nostra, l’unico rammarico è relativo all’approccio svogliato alla gara dal punto di vista difensivo che ha permesso a Saragozza di prendere un buon margine di vantaggio. Dopodichè noi abbiamo avuto una buona reazione disputando buoni periodi con buoni parziali. Perdere in questo modo, dopo due overtime, non capita spesso. Le statistiche dicono che abbiamo sbagliato 15 tiri liberi. Sono tanti tiri. I liberi fanno la differenza. Non fraintendetemi, ma credo che uno dei motivi dei tanti errori al tiro da parte nostra in questa Champions League sia dovuto anche all’utilizzo di un pallone da gara completamente diverso rispetto a quello a cui siamo abituati noi. Di conseguenza, le percentuali ne hanno risentito ma, ripeto, non è e non deve essere una scusa per spiegare la sconfitta di questa sera”.

Tabellino

Casademont Zaragoza-Happy Casa Brindisi 96 – 93 d2ot | (25-17; 41-37; 59-51; 71-71; 81-81; 96-93)

Casademont Saragozza: Justiz 14, Barreiro 6, Seeley 9, Brussino 16, Radovic 12, Alocen 10, Benzing 4, San Miguel, Ennis 21, Hlinason, Krejci, Garcia 4. Coach: Fisac.

Happy Casa Brindisi: Brown 12, Martin 10, Zanelli 13, Iannuzzi, Gaspardo 8, Campogrande 3, Thompson 10, Stone 27, Ikangi, Cattapan ne. Coach: Vitucci.

Arbitri: Gentian Cici (ALB) – Kerem Baki (TUR) – Anastasios Manos (GRE).

Note: Tiri da 2: Zaragoza 18/45 Brindisi 11/36 | Tiri da 3: Zaragoza 7/19, Brindisi 6/29 | Tiri liberi: Zaragoza 27/43, Brindisi 21/36 | Rimbalzi: Zaragoza 54 (38 RD, 16 RO), Brindisi 54 (38 RD, 16 RO).

Commenta per primo

Rispondi