Napoli vince il derby con Scafati, Sacripanti elogia il gruppo ma non dimentica: ”Dopo Casale ero furibondo”

Le parole dell’head coach di Napoli Pino Sacripanti in sala stampa al termine del derby con la Givova Scafati

Napoli si aggiudica il derby campano di Serie A2 girone Ovest superando Scafati dopo 45′ di battaglia con il risultato di 75 – 68.

Coach Pino Sacripanti, al termine del match, ha rilasciato in sala stampa le seguenti dichiarazioni:

”Questa sera abbiamo offerto una grande prestazione.

Sotto questo aspetto è importante sottolineare la nostra valutazione totale di 87 rispetto a quella di 68 degli avversari. Scafati è una squadra fortissima che, con gli innesti di Portannese e Stephens, ha veramente tutto per poter ambire a qualcosa di veramente importante. Questa sera siamo stati ineccepibili in difesa tenendo il ritmo della gara per 45 minuti.

Dopo Casale ero furibondo con la mia squadra perché dopo venti minuti perfetti, ci siamo limitati a giocare il resto della gara. Una squadra che lavora così bene in allenamento durante la settimana deve avere l’ambizione personale di capitalizzare quanto di buono fatto. Aver vinto nonostante l’assenza di Roderick è un segnale importante perché vuol dire che il nostro sistema di gioco funziona. Dovrà essere bravo Terrence, al suo rientro, a inserirsi in questo tipo di sistema.

Da quando sono qui ho dato chance a tutti i giocatori a disposizione. Monaldi stasera ha lavorato come un folle per 45’, come lui anche Chessa e gli altri. Nel finale ho inserito Erkmaa su JJ Frazier; il suo apporto è stato determinante ai fini del risultato ottenuto. È da un po’ di anni che non guardo più le carte d’identità. Questa vittoria ci deve esaltare ma, allo stesso tempo, dobbiamo dimenticarla in fretta e continuare per la nostra strada”.

Commenta per primo

Rispondi