L’ala-pivot, proveniente dalla Germani Brescia, è l’atleta che mancava alla squadra di Sacripanti per competere fino in fondo nella corsa alla massima serie

La Ge.Vi. Napoli Basket comunica di aver raggiunto l’accordo per l’ingaggio di Christian Burns, giocatore americano ma con passaporto italiano.

Burns, classe 1985, natìvo di Trenton, New Jersey, è un’ala-pivot di 203 cm, arriva dalla Leonessa Germani Brescia con cui ha giocato l’ultimo campionato di Serie A, realizzando 12.4 punti di media per gara con 6.9 rimbalzi per partita, con un high di 21 punti nella gara vinta da Brescia contro Trieste.

Prima dell’esperienza a Brescia, Burns ha vestito per due anni la maglia dell’Olimpia Milano disputando, tra le altre cose, anche l’EuroLeague e, precedentemente, quella della Pallacanestro Cantù con una straordinaria stagione da 14.3 punti di media aggiunti a 10.2 rimbalzi per partita.

Christian Burns ha giocato, inoltre, 27 partite con la Nazionale Italiana, disputando sia l’Europeo del 2017 che le qualificazioni al Mondiale 2019.

Nel suo palmares un campionato della Repubblica Ceca vinto col Cez Nymburk nel 2014/2015 e la Supercoppa Italiana del 2018 vinta con Milano nel 2018.

L’ala-pivot, già in Campania con i nuovi compagni, è l’atleta che mancava alla squadra di Sacripanti per competere fino in fondo nella corsa alla massima serie. Pallacanestro Brescia ha permesso all’atleta di terminare la stagione sportiva corrente con la canotta di Napoli, impegnata dal prossimo 23 maggio nei play-off per la promozione in Serie A. Sarà di sei settimane, dunque, l’apporto di Burns con Napoli, con l’ala-pivot che ha già esteso il proprio contratto con Brescia fino al 30 giugno 2022.

Rispondi