Gli azzurri, già qualificati all’Europeo e già primi nel girone B, affrontano domani la Macedonia del Nord. Fuori per rotazione Della Valle e Tessitori

Azzurri in campo nella ”bolla” di Perm’ per l’ultimo impegno.

Non è arrivata una vittoria contro l’Estonia, ma il 101-105 finale dopo l’overtime non ha ribaltato il +6 (81-87) conquistato all’andata a Tallinn dagli azzurri e questo significa che l’Italia, seppur già qualificata all’EuroBasket 2022 come Paese ospitante, chiuderà le qualificazioni in testa al girone B. Fuori dai 12 per rotazione Amedeo Della Valle e Amedeo Tessitori.

Dopo il grande sforzo fatto per risalire dal -22 contro gli estoni, nel gruppo azzurro c’è un pizzico di rammarico per non essere riusciti a completare la rimonta ma, allo stesso tempo, soddisfazione per avere, ancora una volta e con una squadra giovanissima, raddrizzato il timone uscendo da situazioni di difficoltà. In fondo è proprio questo lo scopo dello staff tecnico guidato da Meo Sacchetti: regalare esperienze a giocatori che a livello internazionale ancora non ne hanno e dare loro la possibilità di inserirsi gradualmente nell’ambiente della Nazionale per poter essere pronti nel prossimo futuro.

“Dopo due partite simili – ha detto il CT Meo Sacchetti – nel bene e nel male, ora vogliamo chiudere nel migliore dei modi perché mi dispiacerebbe finire questa avventura con una sconfitta. Ho ancora negli occhi la splendida atmosfera di Napoli, con il PalaBarbuto strapieno.

Da quel giorno sono successe molte cose ma ogni volta che siamo scesi in campo ho visto l’atteggiamento giusto da parte di tutti i ragazzi che sono stati chiamati in causa. Anche nella sconfitta di ieri ho visto orgoglio e questo mi fa molto piacere. Giocare tre partite in quattro giorni è stancante ma siamo l’Italia e ai giocatori chiedo l’ultimo passo per battere domani la Macedonia del Nord”.

In questo senso i buoni minuti giocati, in momenti decisivi, da Matteo Spagnolo (2003) sono il segnale della bontà del progetto, corroborato anche dall’esordio del 2002 Gabriele Procida e dai progressi di Giordano Bortolani (2000). Una squadra, l’Italia, che fino a questo momento ha ottenuto quattro vittorie e una sola sconfitta dopo un supplementare, onorando al massimo la competizione pur sapendo di non avere alcuna necessità di qualificarsi.

La Macedonia del Nord, seppure con ridotte possibilità, gioca ancora per un posto all’EuroBasket 2022. Le sconfitte contro gli Azzurri e contro la Russia hanno inflitto un duro colpo alle chances della squadra del presidente federale Pero Antic, che però rimane ancora in corsa insieme all’Estonia. Qualora i macedoni dovessero battere l’Italia e l’Estonia non dovesse battere la Russia, le sorti delle due squadre passerebbero per lo scontro diretto di lunedì prossimo, con gli estoni in leggero vantaggio grazie al +9 dell’andata.

Per questo motivo, domani è lecito attendersi una gara ancor più veemente di quella di giovedì. Perdendo, i macedoni sarebbero eliminati. Ancora una volta occhi puntati sul quintetto tipo della squadra di coach Todorov, composto dall’estro di Nenad Dimitrijevic, la stazza di Bojan Trajkovski, l’esperienza dei gemelli Vojdan e Damjan Stojanovski e naturalmente da Jacob Wiley, americano naturalizzato su cui i balcanici puntano molto.

 

I 12 Azzurri per la Macedonia del Nord

#0 Marco Spissu (1995, 184, P, Banco di Sardegna Sassari)

#7 Leonardo Candi (1997, 190, G, UNAHOTELS Reggio Emilia)

#13 Tommaso Baldasso (1998, 191, P, Fortitudo Lavoropiù Bologna)

#17 Giampaolo Ricci (1991, 202, A, Virtus Segafredo Bologna)

#18 Matteo Spagnolo (2003, 193, P, Real Madrid – Spagna)

#22 Giordano Bortolani (2000, 193, G, Germani Brescia)

#24 Filippo Baldi Rossi (1991, 207, A/C, UNAHOTELS Reggio Emilia)

#31 Michele Vitali (1991, 196, G, Brose Bamberg – Germania)

#41 Simone Zanotti (1992, 208, A, Carpegna Prosciutto Pesaro)

#44 Davide Alviti (1996, 200, A, Allianz Pallacanestro Trieste)

#45 Nicola Akele (1995, 203, A, De’ Longhi Treviso)

#50 Gabriele Procida (2002, 200, G/A, Acqua S. Bernardo Cantù)


A disposizione

#00 Amedeo Della Valle (1993, 194, G, Buducnost VOLI – Montenegro)

#16 Amedeo Tessitori (1994, 208, C, Virtus Segafredo Bologna)


Macedonia del Nord

#0 Bojan Krstevski (1989, 206, A/C, MZT Skopje Aerodrom)
#1 Filip Bakoch (1996, 202, C, MZT Skopje Aerodrom)
#4 Andrej Mitrevski (2003, 190, G, TFT Skopje)
#5 Kristijan Nikolov (1996, 187, P, MZT Skopje Aerodrom)
#7 Nenad Dimitrijevic (1998, 186, G, Joventut Badalona – Spagna)
#8 Vojdan Stojanovski (1987, 194, A, Gravelines – Francia)
#9 Andrej Magdevski (1996, 192, P, MZT Skopje Aerodrom)
#11 Stojan Gjuroski (1991, 203, A, Alicante – Spagna)
#12 Bojan Trajkovski (1988, 207, A/C, Pelister Bitola)
#15 Teodor Simic (2004, 210, C, Barcellona – Spagna)
#19 Damjan Stojanovski (1987, 197, G, MZT Skopje Aerodrom)
#20 Damjan Robev (1997, 194, A, Kumanovo)
#21 Luka Savicevic (2002, 190, P, MZT Skopje Uni Bank)
#24 Jacob Wiley (1994, 202, C, Gran Canaria – Spagna)
#25 Viktor Efremovski (1998, 192, A, Rabotnicki)

All: Aleksandar Todorov.

Rispondi