Virtus alle Top 16 di EuroCup: Maccabi sconfitto a Rishon LeTsiyon 79 – 85. Đorđević: ”Vittoria estremamente difficile”

La Segafredo Virtus Bologna accede alle Top 16 di 7DAYS EuroCup

La Virtus vince una partita molto complicata in Israele contro il Maccabi Rishon LeZion.

Partita frizzante al Maccabi Sports Hall, con le due squadre che partono forte e dopo 3 minuti dalla palla a 2 il risultato è in perfetta parità, 8 a 8. Gamble sotto canestro è implacabile e Ricci trova i primi due punti con un tiro dentro l’area. Rishon trova in Bourdillon punti e giocate. La squadra di Goodes si porta avanti sul +3, ma Gaines dai liberi non sbaglia e porta i suoi compagni sul 11 – 10. Markovic, gioca spalla e a canestro, si gira e in transizione trova il canestro del primo vantaggio bianconero, 11 a 12 per la Segafredo dopo 5 minuti. Virtus che torna di nuovo in svantaggio, entra Teodosic e il numero 44 trova subito la tripla del pareggio, 15 a 15.

Rishon prende nuovamente il vantaggio con Williams e portandosi momentaneamente sul +6 a 2 minuti dalla fine del primo quarto. Weems trova il canestro del 21 a 17, dopo una sequenza di passaggi veloci al limite dell’arco, Hunter trova altri due punti dimezzando così lo svantaggio e portando la Segafredo sul -3.  Gaines ed Hunter, dalla lunetta, completano la rimonta virtussina, 22 a 23. Sempre Hunter chiude il primo quarto trovando il canestro finale proprio sulla sirena. Vu nere in vantaggio 22 a 25.

Secondo quarto che inizia con il tentativo di rimonta di Rishon. Parziale di 8 – 5 per il club israeliano e squadre di nuovo in parità alla Rishon Arena, 30 a 30. Weems commette fallo su Hamilton lanciato a canestro, il numero 42 dalla lunetta non sbaglia e porta i suoi compagni in vantaggio, completando così la rimonta del Maccabi. Coach Djordjevic chiama il time out, Gamble torna in campo e risponde con la schiacciata che vale il pareggio, 34 a 34. Primi 16’minuti di gara combattuti, gli le squadre non riescono a prendere il sopravvento una sull’altra, la partita è piacevole e i tifosi israeliani sugli spalti si fanno sentire anche con l’ausilio dei tamburi.

Le squadre combattono punto a punto, è sempre Gamble a 3’dall’intervallo a lungo a tenere il passo della squadra israeliana. Ariel trova la bomba del 42 a 38, ma Teodosic, su assist di Markovic riporta le Vu nere a -1. Maccabi corre, lotta su ogni possesso e mette in difficoltà la Segafredo. Sirena e secondo quarto che si chiude con la squadra israeliana avanti con il parziale di 47 a 45. 17 punti per Gamble, Top scorer, fino a questo momento, del match.

La seconda frazione di gioco si apre con Gaines e Gamble concreti sotto canestro, trovano i punti necessari alla rimonta virtussina. Vantaggio Segafredo che dura pochi istanti, perchè prima Williams, Blayzer e ancora Williams creano il break dello 6-0, 55 a 50, Rishon avanti di 5 punti. Rishon spinge e sempre con Blayzer trova il gioco da 3 punti, canestro e tiro dalla lunetta; la Segafredo fatica, Bourdillon, ancora Blayzer trovano triple e punti fino ad ora insperati. Rishon che va sul +14 (66 a 52) al 27’. Vantaggio che si allunga ulteriormente perchè Williams dalla lunetta fa 1/2. Hamilton è piuù preciso, dai liberi fa bottino pieno. Milos e Weems provano a risalire la china e a rimontare lo svantaggio, Cournooh dalla lunetta fa 2/2, mentre l’asse Teodosic – Hunter funziona e il numero 32 americano schiaccia a rete. Finisce anche il terzo quarto, 69 a 60 per Rishon.

VuNere che ora sono chiamate a reagire. Ultimo atto di partita che si apre con la tripla di Teodosic dopo un grandissimo intercetto di Markovic, Hunter stoppa il pallone in difesa, lancio per Weems che tutto solo appoggia al tabellone. Break di 5 a 1 per i bianconeri, che adesso vedono la rimonta possibile. Teodosic entra in area, finta il tiro, da la palla a Cournooh, che la ripassa a Teodosic per la bomba dall’arco. Milos trova il fallo e dalla lunetta non sbaglia, 69 a 69. Il canestro della rimonta porta la firma di Cournooh, che con precisione e freddezza trova la tripla del vantaggio bianconero. 70 a 72 Segafredo al 34’di gioco.

Weems trova il canestro del +4 virtussino. Ancora Weems di prepotenza entra in area e schiaccia la palla del 70 a 76 a 3’minuti dalla fine. Williams prova ad impensierire i bianconeri, ma Gamble smorza sul nascere i tentativi di rimonta del Rishon. Gaines e Teodosic mettono gli ultimi punti della sicurezza, ci si complica la vita un po’ troppo, e Rishon arriva a -3. Teodosic prende un colpo al volto, e mette i liberi della definitiva vittoria: finisce 79-85. Virtus nella Top 16 di EuroCup.

Cosi coach Đorđević al termine del match:

Vittoria estremamente dura. È colpa nostra perché siamo stati sotto anche di 17. Tante palle perse, molte delle quali davvero stupide. Loro sono venuti fuori ​​forte nel terzo quarto, con rapidi canestri da tre punti. Sono una squadra tosta nella loro casa, ma lo abbiamo capito. Quindi abbiamo iniziato a giocare a difesa. Non capisco perché la mia squadra non stia giocando con questo tipo di difesa per tutta la partita, è ciò che serve. Rishon non ha nulla da perdere, giocano forte. Una squadra tosta, molto allenata, non ne sono rimasto assolutamente sorpreso. Teodosić è quello che è, ciò che gli avete visto fare in partita è quello che ha sempre fatto, è quello che ha fatto per tutta la vita. Ma voglio che la mia squadra impari a giocare anche senza di lui. Non possiamo semplicemente rilassarci e dire che se ne occuperà lui. Non tutti i giorni, non tutte le notti, ma a volte penso che anche lui abbia bisogno di essere preso per mano dai compagni”.


Commenta per primo

Rispondi