Una perla di Arrigoni stende la Juve Stabia, Teramo secondo in classifica nel Girone C

Arrigoni fulmina dalla distanza l’incolpevole Tomei e regala la seconda piazza in classifica al Teramo

Dinanzi ai circa 800 spettatori del ‘Bonolis’ di Teramo, si sono sfidati gli abruzzesi padroni di casa e la Juve Stabia di mister Pasquale Padalino. Viste le continue defezioni ed i numerosi incontri ravvicinati, l’allenatore stabiese ridisegna una nuova formazione per contrastare l’ottimo Teramo di mister Paci.

Vespe in campo con un 3 – 5 – 2; in porta Tomei, difesa con Codromaz, Troest ed Allievi, sulle fasce Rizzo e Garattoni, interni di centrocampo Vallocchia e Mastalli con Berardocco ad agire assieme alle punte Romero e Bubas. Teramo con capitan Arrigoni davanti alla difesa, Mungo a centrocampo e con la coppia di attaccanti Cappa e Pinzauti. Il primo tempo è un susseguirsi di occasioni, con gli ospiti vicini al vantaggio all’ 11′ con Troest che, a pochi passi, manca l’appuntamento con la palla su imbeccata di Mastalli. Ancora Juve Stabia con Romero che protegge bene il pallone dalla difesa avversaria per poi scaricare un mancino che finisce al lato non di molto. Al minuto 23′ grossa occasione per il Teramo con Cappa, Tomei deve superarsi per mandare la palla in angolo.

Alla mezz’ora di gioco Diakite sventa una minaccia direttamente da calcio d’angolo di Mastalli mentre, sul finire della prima frazione, è la Juve Stabia a salvarsi con un gran intervento di Alessandro Mastalli su un tiro a botta sicura di Cappa. Nella ripresa, il Teramo pesca il jolly con un gran mancino di capitan Arrigoni; Tomei nulla può sulla botta del capitano biancorosso che porta in vantaggio il Teramo al 49′. Pochi minuti più tardi i padroni di casa hanno addirittura la chance di raddoppiare, ma la conclusione di Lasik termina di poco a lato. Passa appena un minuto e Tomei è chiamato agli straordinari ancora una volta – pericolosissima la conclusione di uno scatenato Cappa ma Tomei c’è. Al minuto numero 56 Bubas scuote i suoi con un’azione personale tuttavia non finalizzata ottimamente. Ancora Tomei su Cappa al 58′ nella personalissima sfida di giornata, che diversi minuti più tardi tenta nuovamente di impensierire la retroguardia gialloblè senza fortuna.

Ancora la Juve Stabia con due tentativi piuttosto velleitari di Scaccabarozzi e Romero che non impensieriscono la retroguardia biancorossa. Eccellente la gestione del secondo tempo – e dunque del vantaggio – del Teramo che non dà mai l’impressione di subire gli ospiti, volitivi ma tuttavia piuttosto disordinati nella gestione delle occasioni. Gli ultimi 10 minuti di gara sono utili ai padroni di casa per contenere gli ospiti e gestire il pallone nel finale di gara senza grossi patemi. Per il Teramo, la vittoria sulla Juve Stabia vale la seconda piazza in classifica in solitaria del Girone C, mentre la Juve Stabia arresta il proprio percorso di crescita dopo il punto ottenuto sul campo dell’Avellino e la vittoria nel derby casalingo di giovedi sera contro la Cavese.

Tabellino

Teramo – Juve Stabia 1 – 0 | Arrigoni al 49′

Teramo: 22 Lewandowski, 18 Lasik, 23 Diakite, 26 Piacentini, 3 Tentardini; 6 Arrigoni (K), 21 Santoro; 20 Ilari (Vk), 9 Cappa, 7 Mungo; 11 Pinzauti.
A disp.: 1 Valentini, 4 Trasciani, 17 Di Francesco, 25 Birligea, 27 Di Matteo, 28 Viero, 32 Bunino, 33 Iotti, 36 Gerbi.
All.: Paci.

Juve Stabia: 1 Tomei, 19 Codromaz, 6 Allievi (Vk), 20 Troest; 5 Garattoni, 14 Berardocco, 21 Vallocchia, 3 Rizzo; 7 Mastalli (K), 9 Romero, 29 Bubas.
A disp.: 23 Lazzari, 27 Maresca, 8 Scaccabarozzi, 11 Orlando, 13 Mulè, 16 Bovo, 26 Volpicelli, 33 Fantacci.
All.: Padalino.

Arbitro: sig. Eduart Pashuku di Albano Laziale.
Assistenti: sigg. Massimiiano Bonomo di Milano e Giuseppe Licari di Marsala.
Quarto uomo: sig. Niccolò Turrini di Firenze.

Maresca Francesco

Commenta per primo

Rispondi