Parata di leggende senza tempo alla 2a edizione del Festival dello Sport di Trento

Predrag Danilović, Aleksandar Đorđević, Mihovil Nakić, Bogdan Tanjević, Matjaž Smodiš, Sergio Tavčar e molti altri presenti alla 2a edizione del Festival dello Sport di Trento

Trento, 11/10/2019  In pieno fermento la seconda edizione del Festival dello Sport di Trento.

“Il fenomeno, i fenomeni” sono le parole chiave che danno titolo a questa seconda edizione del Festival: sono fenomeni dello sport alcuni personaggi straordinari, icone nel loro campo; è un fenomeno dello sport un’intera squadra, una grande Nazionale, una manifestazione segnata in rosso nell’agenda internazionale. La seconda edizione del Festival dello Sport li racconta, attraverso incontri, dibattiti e momenti di profonda aggregazione.

Dopo lo straordinario successo della prima edizione, con 50mila presenze, quest’anno il Festival cresce, conquistando nuovi spazi e proponendo un palinsesto ancora più ricco con 280 ospiti e 130 eventi, tutti gratuiti. Uno dei focus del Festival è rappresentato dalla nascita, lo sviluppo e il dominio delle generazioni del basket jugoslavo che hanno costruito un’epopea irripetibile a partire dal Mondiale di Lubiana 1970.

Una generazione di fenomeni che ha dato vita all’unica scuola in grado di competere contro lo strapotere del basket statunitense. Uno degli appuntamenti certamente da non perdere per chi ama la pallacanestro europea: Matjaž Smodiš, leggendario lungo della Virtus Bologna e del CSKA Mosca e oggi dirigente, ha raccontato di come sia nata e di come si sia affermata a livello internazionale Euroleague Basketball, la società che organizza Eurolega ed EuroCup, a cui la Dolomiti Energia Trentino partecipa quest’anno per la quarta volta.

In città anche incontri con alcune delle leggende del basket internazionale: si va dalla “squadra yugoslava” composta da Predrag Danilović (attualmente presidente della federazione serba), Aleksandar Đorđević (già head coach della nazionale serba e coach della Virtus Bologna), Bogdan Tanjević, Mihovil Nakić e Sergio Tavčar, che ha raccontato la gloriosa storia della pallacanestro dell’Est europeo, fino all’ex All Star NBA Baron Davis, degno erede di quello Steve Nash incontrato proprio negli eventi del Festival dello Sport 2018. A moderare l’incontro ci ha pensato il giornalista Tavčar, che per primo ha raccontato quella pallacanestro mediante le prime telecronache pionieristiche da TeleCapodistria.

Location del “camp” della pallacanestro quest’anno è Piazza Dante: tanto spazio per tante attività legate alla palla a spicchi per grandi e piccini: allenatori di eccezione quali Matjaz Smodis, Giacomo Galanda e Dan Peterson, allenamenti di squadre del territorio e di curiosi alle prime armi. Per tutti i gusti, con i campioni della Dolomiti Energia Trentino protagonisti in prima persona con il meet and greet“.

Grande entusiasmo e grande affetto per i cestisti del club trentino al “Camp Basket” del Festival dello Sport: Alessandro Gentile, George King e Andrea Mezzanotte sono stati i protagonisti del “Meet and Greet” che in Piazza Dante ha permesso a tanti tifosi bianconeri di tutte le età di potersi fare qualche foto, salutare e chiedere l’autografo delle stelle aquilotte.

Commenta per primo

Rispondi