Napoli Basket, ora è ufficiale: comincia l’era di Pino Sacripanti

Sabato la presentazione al PalaBarbuto alla vigilia del derby campano del PalaMangano con Scafati

La Società Sportiva Napoli Basket comunica che è stato raggiunto un accordo con Stefano ‘Pino’ Sacripanti che, da oggi, è il nuovo head coach del roster azzurro. Coach Sacripanti, che già domenica ha assistito al match del PalaBarbuto contro la Junior Pallacanestro, prima di siglare il nuovo contratto con la Generazione Vincente Napoli Basket ha dovuto espletare tutte le pratiche burocratiche necessarie atte a svincolarsi dal contratto pluriennale con il quale era legato alla Virtus dopo l’esonero di marzo. Prevista per sabato la presentazione.

Pino Sacripanti, nato a Cantù il 15 maggio 1970, è cresciuto cestisticamente nella sua città natale, iniziando ad allenare le giovanili della Pallacanestro Cantù negli anni Novanta, portandole alla conquista di tre titoli italiani di categoria. Durante la stagione 2000-2001 viene promosso sulla panchina della prima squadra. A Cantù vive ben sette stagioni, affermandosi nell’élite del basket italiano. Nel 2001-2002, inoltre, viene nominato “allenatore dell’anno” e nel 2003 vince la Supercoppa Italiana.

In seguito il passaggio alla Vuelle Pesaro, altra storica piazza del basket italiano, dal 2007 al 2009, a Caserta dal 2009 al 2013, di nuovo a Cantù tra il 2013 e il 2015 ed infine alla Scandone Avellino fino al 2018. Nell’estate dello stesso anno approda alla Virtus Bologna, lasciando la squadra in corsa per la qualificazione ai quarti di Champions League e in piena corsa per i playoff di Serie A. Ha conquistato la qualificazione in Eurolega sia con Cantù nel 2002 che con Caserta nel 2010, che ha poi guidato nella stagione 2010-2011 fino ai quarti di finale di Eurocup. Con Avellino ha raggiunto nel 2016 la finale di Coppa Italia contro Milano, nel 2017 quella di Supercoppa italiana, sempre contro l’Olimpia. Nella stagione 2017-2018 ha portato la Scandone Avellino alla finale di FIBA Europe Cup contro la Reyer.

Dal 2006 al 2016 è stato head coach della Nazionale italiana Under 20, con cui ha raggiunto cinque semifinali europee, conquistando il bronzo nel 2007 nella manifestazione svoltasi tra Italia e Slovenia, l’argento nel 2011 in Spagna e l’oro nel 2013 in Estonia. Nel 2017 è stato chiamato da Ettore Messina a ricoprire il ruolo di assistente allenatore della Nazionale maggiore, impegnata nella rassegna europea nella quale ha raggiunto i quarti di finale.

Commenta per primo

Rispondi