L’attesa è finita: l’Atalanta ospita questa sera alle 21 il Real Madrid nella gara d’andata degli ottavi di UEFA Champions League

Una veterana della UEFA Champions League affronta una giovane dalle belle speranze della competizione.

Real Madrid ed Atalanta hanno giocato 53 edizioni nella massima competizione europea, di cui 51 il Real e due la Dea. Eppure la squadra spagnola, nelle ultime due stagioni, è uscita agli ottavi e non ha più trovato quella quadratura che aveva fino alla vittoria del 13esimo titolo mentre l’Atalanta ha giocato un calcio spumeggiante raggiungendo i quarti nella sua stagione d’esordio.

Luis Muriel – uno degli uomini più in forma della Dea – non ha dubbi, è questo il momento migliore per affrontare il Real:

Finalmente arriva questa partita tanto attesa.

Credo che non ci sia momento migliore per giocarla, speriamo di poter fare la partita che vogliamo. E’ da un po’ che sto riuscendo ad avere quella continuità di prestazioni che ho sempre voluto e per cui ho lavorato tantissimo. Avere a disposizione tanti minuti, come è accaduto ultimamente, ne è la dimostrazione. Tutto passa attraverso il lavoro.

L’Atalanta ha raggiunto un livello molto importante in questi ultimi anni e adesso non sorprende più mentre tanti anni fa, magari. tutto questo nemmeno passava per la testa. Con il Real è una partita di grande prestigio che vogliamo affrontare ed onorare nel migliore dei modi dando il massimo. E’ l’unico modo.

I tifosi non ci saranno e questa è la cosa che più ci dispiace; essere accompagnati allo stadio da loro è ciò che più ci manca. Ci hanno sempre dimostrato attaccamento, non solo nei momenti belli ma anche in quelli un po’ meno belli. Vogliamo renderli ancor più orgogliosi di quello che già sono facendo una grande partita.

 

Rispondi