Il presidente di Aquila Trento Longhi: ”Chiedo scusa a tutti”

Trento, 14/12/2019 – BLM Group Arena  Una Virtus Roma cinica nel momento decisivo sbanca la BLM Group Arena di Trento superando la Dolomiti Energia Trentino per 82-88 dopo una partita decisa da un grande ultimo quarto aperto con un clamoroso parziale di 0-18, ottenendo così la seconda vittoria consecutiva in campionato.

Dopo un primo quarto dal punteggio altissimo e molto equilibrato (30-30), Trento prova una prima fuga a metà del secondo periodo con un parziale di 10-0 ispirato da Blackmon che porta i padroni di casa a condurre sul 42-33; la Virtus Roma, priva di Roberto Rullo a causa di un forte stato febbrile accusato poco prima del riscaldamento prepartita, risponde con 5 punti di Alibegović che permettono agli ospiti di andare al riposo sotto di 5 lunghezze (52-47). Trento prova una nuova fuga di ritorno dagli spogliatoi con un parziale di 7-0 che stavolta la Virtus ricuce solo in parte per il 67-60 di fine terzo quarto.

Il momento positivo di Roma si estende all’ultimo quarto, aperto con un parziale di 0-18 che vede Dyson sugli scudi (12 punti nel quarto) e che permette agli uomini di coach Bucchi prima di raggiungere Trento e poi di allungare in doppia cifra, resistendo all’assalto finale di Forray e compagni e chiudendo sull’82-88 finale.

Tabellino

Dolomiti Energia Trentino – Virtus Roma 82 – 88 | (30-30; 22-17; 15-13; 15-28)

Dolomiti Energia Trentino: Kelly, Blackmon 28, Craft 4, Gentile 13, Pascolo 4, Mian 5, Forray 12, Knox 6, Mezzanotte 5, Voltolini ne, King 5, Lechtaler ne. Coach: Brienza.

Virtus Roma: Cusenza ne, Moore 3, Alibegovic 13, Rullone, Dyson 23, Baldasso 2, Pini 4, Farleyne, Spinosa ne, Jefferson 17, Buford 18, Kyzlink 8. Coach: Bucchi.

Queste le dichiarazioni di Piero Bucchi, head coach della Virtus Roma:

”Partita completamente folle, un primo quarto con un punteggio così alto è sempre pericoloso quando sei in trasferta ma nel secondo tempo le difese hanno preso il sopravvento e noi siamo stati molto bravi nel concedere soltanto trenta punti a Trento. Abbiamo avuto qualche palla persa di troppo ma vanno fatti i complimenti ai ragazzi per la grande voglia di vincere, la grande determinazione mostrata che si è vista anche in giocatori che magari restano più nell’ombra con il lavoro oscuro, come Pini. Però vincere in trasferta, pur con diversi errori, è una dimostrazione che questa è una squadra con grande carattere”.

Rispondi