Piero Braglia è un fiume in piena al termine del match del ‘Menti’ vinto ai danni della Juve Stabia

L’analisi di Braglia al termine del blitz biancoverde del ‘Menti’ sulla Juve Stabia:

Si è vinto contro una squadra che di qualità ne ha in abbondanza.

Onestamente, me l’aspettavo che c’era qualcosa che non andava perchè è da quando sono ad Avellino che non va mai bene niente. Ma va bene in questa maniera qui. E una volta la difesa, e una volta gli attaccanti che c’è troppo turnover. Bisogna sempre trovare qualcosa per rompere i ma**ni e queste cose non le capisco.

Quando si vince – che poi vincete anche voi – un minimo di soddisfazione senza la necessità di dover sempre andare a cercare il pelo nell’uovo. Sto nel mondo del calcio da 50 anni, e datemi pace! Non ho mai visto un ambiente come questo che non si gode mai le partite. Abbiamo avuto la bravura e la fortuna di vincere un’altra partita, ma non sta mica scritto da nessuna parte che, perchè ti chiami Avellino, le vinci le partite. A volte può andare bene, altre no ma sembra che qui ogni volta che va male ci si fa una tragedia tutte le volte.

Da quando sono qua io, c’è sempre qualcosa che non torna. Non ci godiamo mai una vittoria. Mai visto da quando sono nel calcio che non va bene quello e non va bene questo. Se non guardiamo mai oltre certe cose, rimangono sempre certi principi e, secondo me, si va poco lontano. Anche oggi ho sentito ancora spifferi, abbiamo vinto a Castellamare, non è che tutti i giorni ci vinci!

Ad un certo punto siamo tornati in campo dopo 12 giorni di COVID e nessuno lo ha mai detto. Siamo umani anche noi. Non si capisce che Avellino é stata in A, ma ora fa la serie C. Una squadra assemblata di corsa, con il direttore e la società che secondo me hanno fatto un buon lavoro. Poi dicono l’Avellino ha speso tanto; parliamoci chiaro: l’Avellino ha speso il giusto, non ha sperperato come vogliono far credere tutti. Il secondo posto in questo momento è meritato, poi bisogna vedere come finisce il campionato.

Maresca Francesco

Rispondi