La Nazionale Americana di pallacanestro rende onore alla memoria di Kobe Bryant ad un anno di distanza dalla sua morte

Nel primo anniversario della morte di Kobe Bryant, la Nazionale Americana di pallacanestro ha omaggiato il 5 volte campione NBA dei Los Angeles Lakers con uno splendido video tributo alla carriera con la canotta a stelle e strisce.

In Nazionale dal 2007 al 2012, Kobe Bryant ha disputato 36 partite vincendo due Ori Olimpici (Pechino 2008, Londra 2012) ed un oro nella FIBA Americas nel 2007 contribuendo a far sorgere una nuova dinastia negli USA dopo che, negli anni precedenti, la nazionale statunitense aveva raccolto delusioni su delusioni mancando la vittoria finale in ben tre appuntamenti consecutivi.

Oltre ad aver disputato le due Olimpiadi citate poc’anzi, Bryant ha anche partecipato a due tournée estive disputando e vincendo complessivamente 36 partite su 36. Con i giovanissimi di allora LeBron James, Carmelo Anthony, Jason Kidd, Dwight Howard, Tayshaun Durell Prince, Michael Redd e Deron Williams, Bryant ha dato forma al “Redeem Team” con il successivo innesto di Chris Paul, Dwyane Wade, Chris Bosh e Carlos Boozer in cui il ‘Black Mamba’ non era il realizzatore dominante che invece era ai Lakers, bensi veniva considerato il veterano di riferimento (oltre a lui solo Prince e Wade avevano vinto un titolo ndr) chiamato a prendere in marcatura l’esterno avversario più pericoloso e a fare il realizzatore solo in casi di emergenza. Dopo aver vinto il quarto e quinto titolo in fila del 2009 e del 2010 con i Lakers, Kobe ha saltato il Mondiale in Turchia a causa di un infortunio nell’anno del suo quinto titolo, per poi rendersi nuovamente disponibile per disputare e successivamente vincere le Olimpiadi di Londra 2012 con LeBron James, Kevin Durant e compagni.

Rispondi